domenica 17 febbraio 2013

Parigi tra mercatini di brocante e musei


Erano anni che volevo tornare a Parigi e finalmente a fine dicembre con qualche giorno di ferie a disposizione siamo riusciti a fare un bel weekend lungo.Ecco il mio diario di viaggio a Parigi, spero di darvi qualche informazione utile.


Alla ricerca di informazioni sul web
Prima di partire abbiamo cercato sul web un pò d'informazioni, innanzitutto per trovare una sistemazione a prezzi ragionevoli e anche per decidere cosa non volevamo assolutamente perderci considerando che il tempo a disposizione era poco, 4 giorni.Durante il resoconto inserirò i link che mi sono stati utili.



Volo
Siamo partiti con un volo low cost da Orio al Serio diretti all'aeroporto di Paris Beauvais.Il volo costava meno di altre compagnie e, nonostante questo aeroporto non sia proprio vicinissimo a Parigi ( a circa 1 ora e un quarto ), l'autobus di collegamento con Parigi Porte Maillot costa una cifra ragionevole ( 32 eur a/r a persona ) e i collegamenti sono garantiti anche durante la notte ( anche se l'aereo arriva in ritardo come successo a noi ).Vi consiglio quando arrivate di acquistare anche il biglietto per il ritorno o se preferite potete acquistarlo in internet.Ecco il link: www.aeroportbeauvais.com/bus.php?lang=it




Mezzi di trasporto
Arrivati a Parigi Port Maillot a 5 minuti a piedi trovate la metropolitana dove potete acquistare i biglietti ai distributori automatici ( anche in italiano ).Cercate però di essere a Parigi prima della chiusura del metro, altrimenti taxi.Con la metropolitana a Parigi potete andare pressocchè ovunque.Potete decidere di acquistare biglietti singoli 1,70 eur l'uno oppure acquistare un ad esempio un carnè da 10 biglietti (12,70 eur) o la carta Paris Visite per 1,2,3,5 giorni.

Vi consiglio di dare un'occhiata a questi siti dove noi abbiamo trovato molte info utili e per farvi già un'idea di qual'è la soluzione più adatta alle vostre esigenze:
www.parigi.it/it/tourist_card.php
Noi abbiamo deciso di fare il carnet da 10 biglietti.Di solito in una giornata utilizzavamo 4 biglietti, massimo 6 quindi la Paris Visite non conveniva.

Dove dormire
Dopo parecchie ricerche su internet, e visti i prezzi non proprio economici di alberghi e B&B, ho finalmente trovato la soluzione che faceva per noi: abbiamo affittato una stanza a casa di una ragazza parigina.Il sito è questo https://www.airbnb.com/.Credo ci siano altri siti simili, ma che non ho avuto modo di provare.Si possono trovare sistemazioni per affittare una stanza o l'intero appartamento con prezzi per tutte le tasche.Noi abbiamo cercato nella zona Goncourt, prezzo economico 55eur a notte per la stanza doppia, stanza molto parigina, connessione wifi gratuita e vicino al centro ( 10 min di metro ), zona poco turistica e con la possibiltà di fare due chiacchiere con la gentilissima proprietaria.Ci piaceva l'idea di stare, invece di un'impersonale poco economico albergo, in una casa parigina e conoscere qualcuno del posto, lontani dai percorsi battuti da folle di turisti.Certo non eravamo di fronte al Louvre ma ci sentivamo un pò parigini anche noi...

 la nostra stanza


Il nostro terrazzino
Programmi e musei
Non avendo programmato niente di dettagliato una cosa che ho trovato molto utile è stato portare il pc portatile per connettersi ad internet, così abbiamo potuto trovare le info che ci servivano di volta in volta. Programmare si, ma poco, q.b, altrimenti alla fine ci si ritrova ad avere  un'agenda da rispettare, solo l'idea mi mette l'ansia, mi sentirei quasi al lavoro. Preferiamo seguire le ispirazioni, gli umori del momento.
Quindi vi consiglio di cercare una sistemazione dove abbiate la possibilità di connettervi gratuitamente wifi.

L'unica cosa che avevamo programmato era di andare a vedere l'immancabile Louvre e un paio di mercatini.Per il resto volevamo solo rilassarci, mangiare bene, bere del buon vino francese e respirare l'atmosfera parigina.
Per il Louvre ( penso anche per gli altri musei ) per evitare code chilometriche noi abbiamo acquistato i biglietti il giorno precedente in un negozio Fnac. In questo modo al Louvre si entra nell'area riservata ai possessori di biglietti e zero coda!Anche perchè entrare a visitare il Louvre stanchi dopo due ore di fila in piedi, non è proprio l'ideale.Se invece volete vedere molti musei potete pensare di fare la Paris Museum Pass card valida 3,4,6 giorni che vi dà l'accesso a 60 musei e anch'essa vi permette di evitare le code.

Link per maggiori info su dove acquistare i biglietti:
Per chi non l'avesse già visto, è immenso quindi dimenticate di veder tutto in una sola volta (a meno che non siete masochisti) e selezionate prima le zone che vi interesserebbe vedere.Noi abbiamo visto la zona dei dipinti italiana e quella egizia.



Nell'area italiana c'è la Gioconda , con almeno un centinaio di persone assembrate davanti, affannate ad avvicinarsi e fotografarla. Meravigliosa naturalmente ma tenete presente che in questo museo ci sono altre meravigliose opere di Leonardo da Vinci e non solo, che nessuno si fila peraltro, da ammirare senza nessuno che ti sgomita di fianco.





Visto che non volevamo passare i nostri quattro giorni rinchiusi nei musei ne abbiamo visto solo un'altro in un pomeriggio piovoso, il Museo Nazionale di Storia Naturale ( presso il Jardin des Plantes ) che vi consiglio, merita sopratutto se avete con voi dei bimbi.







Troverete delle riproduzioni 1:1 di centinaia di animali in un bellissimo edificio Liberty, dotato di un'illuminazione d'atmosfera e con enormi scheletri di dinosauri e laboratori per i più piccoli.Quando siamo entrati siamo rimasti letteralmente a bocca aperta come due bambini di 6 anni!Prima di andare controllate che tipo di esposizione è presente.







http://www.mnhn.fr/museum/foffice/transverse/transverse/accueil.xsp?cl=en


Di fianco al Museo ci sono le belle serre in stile Liberty del Giardino Ortobotanico: ci è sembrato di entrare in un'altro mondo fatto di piante tropicali altissime e dalle forme più disparate, un'inno alle biodiversità e alla protezione di queste meraviglie.




Noi non ne abbiamo avuto il tempo ma devono essere molto interessanti anche le varie aree del Museo delle Scienze.Ecco il link: http://www.cite-sciences.fr/fr/cite-des-sciences/

Dove mangiare
Per il mangiare abbiamo seguito i consigli della guida Routard di Parigi, che abbiamo acquistato prima di partire insieme ad una cartina della città.Di solito prendiamo la Lonely Planet, ma per la Francia abbiamo preferito una guida scritta da francesi. Infatti non ci ha deluso.




Un ristorante Thai (cucina che adoriamo) Restaurant Reuan Thai - 36, Rue de l'Orillon - vicinissimo a dove alloggiavamo  ma che vale la pena anche stando dall'altra parte della città, si mangia bene a prezzi più che ragionevoli, infatti è pieno di francesi, di turisti nemmeno l'ombra.Durante il fine settimana meglio prenotare o arrivare presto, altrimenti la fila è lunga.

E per pranzo un bistrò Egg&co -11, Rue Bernard Palissy- dove troverete solo piatti a base di uova.Posto carino e personale simpatico e gentile. . Per mangiare la buonissima cucina ebraica e per farvi un giro nel bel quartiere di Marais : L'As du Fallafel -Rue des Rosiers.

Eggs&Co
Per una cioccolata la famosa Sala da Thè Angelina -226, Rue de Rivoli - un tantino costosa ma il posto e il loro Mont Blanc, ne valgono la pena. 
http://www.angelina-paris.fr/
http://http//parisbreakfasts.blogspot.it/2008/04/angelinas-mont-blanc.html
Un posto dove non siamo riusciti a mangiare perchè chiuso durante il periodo natalizio che mi ispira tantissimo è Mamiè Gateaux 66 Rue du Cherce du Midi.







Molto carino e in stile shabby anche Mamiè Tevennec.Si mangia bene a prezzi ragionevoli.
41, Rue Faidherbe
                                                       
Se invece andate al Mercatino delle pulci di Saint Ouen, La brasserie Au Roi du Cafè Les Puces - 32 Rue Paul Bert- si mangia bene, ad un buon prezzo cucina francese e il proprietario è simpatico, dalla tipica ironia francese e non detesta gli italiani.



Assolutamente da evitare invece il ristorante Thai nella zona della Torre Eiffel, Praya Thai, niente a che fare con la cucina Thailandese , pagherete un conto salato per una mediocre cucina cinese.

Dove andare
Imperdibile è la meravigliosa NotreDame
    







Poco distante c'è il mercato dei fiori e degli uccelli, Marchè aux Fleurs et aux Oiseaux - Place Louis Lepine Quai de La Corse- in una struttura molto bella e pieno di deliziosi piccoli negozi dove avrei voluto comprare tutto.

Ho deciso che la prossima volta acquisto incluso nel biglietto del ritorno un bagaglio da 20kg, compro una valigia per pochi eur in uno dei mercatini di Parigi e la riempio degli acquisti!
















Sempre in zona c'è la piccola chiesa Eglise Saint Julien le Pauvre, la più antica di Parigi, dove siano andati per un concerto di musica classica.
Tra la musica, la bellezza della chiesa e delle opere presenti ci è rimasta nel cuore.



Un'altro posto dove ritorno sempre ad ogni visita a Parigi, è Places des Vosges nel bel quartiere di Marais, dove mettersi su una panchina e rilassarsi con un bel libro e qualcosa da sgranocchiare stile picnic.Tra l'altro il quartiere del Marais è l'unico dove la domenica i negozi sono aperti.Qui ho preso questo delizioso vestitino.





                                                         La Tour Eiffel in notturna.



                                                      E poi Les Jardin du Luxemburg.




In giro per negozi di Antiquitès





Alla Maison d' Ivre ho preso delle bellissime tovagliette in 
lino grezzo.Si trova nella zona Saint Germain de Près - 38, Rue Jacob-. http://boutique.maison-ivre.com/epages/188365.sf/fr_FR/?ObjectPath=/Shops/188365/Categories/Textiles


Marchè aux Puces -Mercatini Shabby Chic
Finalmente per le appassionate di mercatini e di shabby chic vi racconto del mio giro al famoso Marchè aux puces de Saint Ouen. E' molto grande e si divide in molti mercati, la maggior parte non sono bancarelle ma piccole botteghe.
I miei due preferiti sono Marchè Serpette e Marchè Paul Bert ( Rue des Rosiers ).Aperti il sabato, la domenica e il lunedi.I prezzi sono all'altezza della fama del Marchè, alti. Quindi non aspettatevi di trovare delle occasioni, ma non è detto... Ho visto delle cose dannatamente francesi e shabby chic. Avrei voluto comprare tutto, ma anche due valige da 20kg non sarebbero bastate!

Ecco questi sono i miei acquisti che sono riuscita a infilare nel bagaglio a mano (di mio marito ovviamente eh he eh).Adoro la targa.


  




                                       Qui invece tutte le cose che avrei voluto comprare.


























Un mercatino che avrei voluto vedere e che ha l'aria di avere dei prezzi molto più accessibili, è il Marchè de la Porte de Vanves.
Da evitare il Marche aux Puces de Montreuil.Avenue de la Porte de Montreuil.Se non siete interessati a cineserie evitatelo accuratamente.

                                                           à bientôt


Foto : by me. Se volete utilizzarle mettete anche il link al sito.merci!

Questo è per te bestiolina..con te mi sento a Parigi anche quando siamo al supermercato sotto casa..Ti amo (soprattutto quando mentendo spudoratamente mi dici che ti piace andare in giro per mercatini:-)



2 commenti:

  1. Wow, sto male quanti indirizziii! :) Ho già messo il tuo post tra i miei preferiti, mi tornerà senz'altro utile fra qualche mese. Mi piace molto l'idea di soggiornare in un appartamentino parigino invece che andare in albergo...e complimenti per il blog! :)
    Sarah

    RispondiElimina
  2. In effetti forse mi son fatta prendere la mano con le info eh he eh:-)Grazie...!

    RispondiElimina