sabato 2 marzo 2013

Voglia di primavera

Finalmente si comincia a sentire aria di primavera!Oggi è una giornata splendida, si vedono già i primi germogli ed il sole è caldo e terapeutico. Ho iniziato con le potature e a sistemare il seccume delle foglie gelate dalla neve delle scorse settimane.Le lavande sono splendide, nonostante la neve ed il freddo hanno ancora tutte le foglioline verdi e non ho potuto resistere... ho messo la testa dentro i cespugli per sentire meglio il loro profumo intenso.Che meraviglia..











E le clematis che già hanno messo fuori le prime foglioline!E si che non siamo a Capri , ma nel freddo e profondo nord.La salvia ha un pò sofferto, ma basta potarla di venerdi santo, giusto?
La santoreggia ha resistito, ha preso un colore un pò rossastro, a toccarla mi è rimasto sulle mani un profumo....Il gelsomino, che per l'inverno è nel giroscale , ieri sera al rientro in casa ci ha accolto con il suo profumo dolce, i primi 3 fiorellini sono sbocciati! Sono quelle piccole cose che ti mettono in pace con il mondo...




Sono cresciuta in una grande città, piena di traffico e circondata da grandi edifici in cemento, con la fortuna però di avere molto vicino, proprio dove era la mia scuola, un parco meraviglioso pieno di pini marittimi centenari e campagna a perdita d'occhio.Ogni giorno, inverno o estate che fosse, mio nonno mi portava al parco, a fare lunghe passeggiate, a correre a perdifiato e a raccogliere i fiori di campo 
(ma quanti papaveri e margherite!)  da riportare alla nonna e alla mamma, oppure a raccogliere pigne e passare ore ad aprire con un sasso i pinoli e farne scorpacciate seduta con il nonno sull'acquedotto romano. 
Il nonno, ex partigiano, che al parco mi raccontava le sue storie di guerra e la fame che avevano patito, ma con quella leggerezza e semplicità da far sembrare normali atti che di normale non hanno proprio nulla.La dignità, il saper dire no anche se converrebbe un bel si, l'onestà, la schiena dritta e lo sguardo terso, pulito , il sapersi accontentare delle piccole cose, ecco cosa mi raccontava.Spero di essere riuscita a farne tesoro.



Nel prossimo post gli itinerari di primavera.
Foto: By me.Foto parco: fotofocus.it.

                                                                  A presto!



Nessun commento:

Posta un commento