lunedì 10 febbraio 2014

Jardiniere



                                 Vasi vasi vasi 
in pietra naturale, in tufo, in carparo, in ceramica, ghisa, terracotta o d'Anduze.
                                 Vasi d'Anduze
La leggenda vuole che nascano nel Rinascimento dal sapiente lavoro di un vasaio francese che dopo aver visto dei vasi in terracotta medicei con bellissime ghirlande li volle riprodurre con la rossa terra del piccolo villaggio del Gard, Anduze.









In Provenza ho preso delle riproduzioni dei vasi d'Anduze in un atelier molto molto carino
dove oltre a comprare dei bei vasi si poteva fare anche uno spuntino visto che era anche bistrò.






i due vasi che ho preso








                                                            
                                                                    I vasi in pietra


















E poi i vasi in ghisa che adoro.La ghisa è una lega formata da ferro e carbone ed è stata utilizzata in modo massiccio dalla seconda metà dell'800 in quanto a differenza del ferro che richiedeva la forgiatura di ogni singolo pezzo, la ghisa si lavorava per fusione e quindi con degli stampi si potevano fare facilmente più copie. Un posto che meriterebbe una visita è il Museo della Ghisa link a Longiano.













I vasi in terracotta.


















                                                           Molto carini dipinti shabby.link

Oppure antichizzati con lo yogurth e lasciati all'aperto all'ombra per creare uno strato di muschio che li antichizza.Come? Ecco passo passo come fare link  link2.










                                                                 Vasi in ceramica










Vasi in ferro





                                                          I bellissimi vasi siciliani testa di moro. 
La legenda narra che intorno al 1100 una bella fanciulla intenta a curare le sue piante in giardino fu notata da un Moro che le dichiarò il proprio amore.Lei lo ricambiò, ma quando scoprì che stava per ripartire alla volta della sua terra dove già aveva una famiglia, gli tagliò la testa e ne fece un vaso dove vi piantò del basilico.E divenne talmente rigoglioso che tutti vollero avere dei fasi con la forma di testa di moro.
Le belle teste di moro siciliane le ho prese qualche anno fa a Palermo e a Marettimo. Una delle cose belle dei viaggi è riportare a casa oltre ai tanti bei ricordi anche degli oggetti speciali che raccontano una  storia e che hanno tutto un'altro sapore, ogni volta che li guardi ti riportano in viaggio...

Teste di Moro siciliane Marettimo

Teste di moro





Vasi in legno



Vasi in latta 







Foto by Pinterest and by me.
                                                                 A presto!



Nessun commento:

Posta un commento