sabato 25 ottobre 2014

Ghirlande e Zucchero alla Lavanda

Un' ottobre mite quest'anno mi ha regalato dei bei fiori di lavanda che ho raccolto oggi. Ho pensato di utilizzarne un pò per fare ...indovina?una ghirlanda? come hai fatto a indovinare?eh eh eh lo so sei stufa di vedere l'ennesima ghirlanda, perdonami, ma ero curiosa di sperimentare. Mi piace l'idea delle ghirlande alle erbe aromatiche, che oltre ad esser belle sono profumatissime. 
Già me le immagino come tema delle decorazioni per un matrimonio o una festa.....

Se vi ho incuriosito vi rimando al post dove vi parlo di un matrimonio che racconti di voi... con semplicità e delicatezza..un pò in punta di piedi...
E per chi mi visita per la prima volta... sono disponibile ad occuparmi di allestimenti per matrimoni, feste, eventi.

La prossima ghirlanda?Stavo pensando al timo.....promesso l'ultima...forse...
E mi piace l'idea di usarle, oltre che appese, anche come centrotavola ad esempio a circondare delle candele oppure come facevano le Vestali come coroncina sul capo....
Così, utilizzando sempre come base dei rametti di nocciolo intrecciato e come sfondo, l'ultimo acquisto fatto al mercatino dei Gaudenti, una vecchia asse per lavare i panni, ecco le mie ghirlande profumate alla Lavanda.
Poi con la lavanda rimanente, ho curiosato sul web, messo insieme  un pò di ricette (come al solito non riesco a seguire una ricetta alla lettera, mi ritrovo sempre a fare un mix, cambiare dosi, etc insomma un disastro ....) e fatto una cosa semplice semplice: Zucchero alla Lavanda.La ricetta la trovate più avanti nel post.


Per l'etichetta si può usare della carta da pacchi, tagliarla con la forma che si preferisce, ed utilizzare dei timbri per fare il resto.




E visto che parliamo di Lavanda ecco qualche leggenda e uso.
"Il suo nome deriva dal latino, lavare, e dipende dal fatto che i Romani ne usavano moltissima per fare i bagni e profumare l'acqua delle terme, era sacra per le Vestali in onore della Dea Vesta se ne cingevano il capo in occasione dei riti.La tradizione popolare dice che se si mettono delle spighe di lavanda nel corredo della sposa, la sua vita sarà felice e rilassata.Nell'antico Egitto la lavanda era usata come componente di un'unguento che si scioglieva lentamente e profumava il corpo.Similmente la lavanda veniva incorporata anche all'olio delle lucerne per profumare i luoghi di culto. 
Se si hanno carenze di ferro, il miele alla lavanda ne è ricco.L'olio essenziale alla lavanda, che si può acquistare in erboristeria, può essere usato sia nell'acqua calda del bagno per ottenere un'effetto rilassante sia sul calorifero per profumare e purificare l'aria.
Invece contro il il mal d'amore e la malinconia mettere 50 grammi di fiori di lavanda e 20 grammi di cime di abete in un litro di grappa per quaranta giorni.Trascorso questo tempo si filtra e si emulsiona il liquore con uno sciroppo ottenuto con mezzo litro di acqua e trecento grammi di zucchero.Una volta miscelato il liquore, lo si deve far riposare un mese, poi si può bere nella misura di un bicchierino due volte al giorno". Con due bicchierini di grappa (aromatizzata alla lavanda) al giorno, secondo me non passa solo il mal d'amore :-)))
Source:
Il grande Libro delle piante magiche, L.Rangoni

Zucchero alla Lavanda:

125 gr di zucchero
1 cucchiaino di lavanda secca
q.b steli di fiori di lavanda
vasetto di vetro a chiusura ermetica
Per decorare:
Carta pacchi
forbici
timbro
spago
piccolo mazzetto di lavanda


Mettere un primo strato di zucchero nel vasetto, quindi posizionare gli steli di lavanda fresca sulla circonferenza come nella foto.






Aggiungere un cucchiaino di fiori di lavanda essicati. 
Quindi ricoprire con lo zucchero fino al bordo del vasetto e chiudere.



                                    Lasciare riposare per due settimane, setacciare e togliere i fiori.



Adesso lo zucchero aromatizzato alla lavanda è pronto per essere assaggiato.... nel thè, o se si preferisce nella pasta per  biscotti o delle torte.Oppure come cadeau per i vostri ospiti di una cena o del vostro matrimonio che riceveranno qualcosa preparato da voi e che è carino anche perchè può essere personalizzato con delle etichette diverse.Semplice e delizioso.E perchè no, anche economico.
E visto che si avvicina il Natale, preparandoli per tempo, potrebbe essere un'idea regalo anche per questa occasione.

                                                              Photo's by me.
                                                                 A presto!

8 commenti:

  1. Foto spettacolose e testi sempre piacevolissimi; complimenti! :)

    RispondiElimina
  2. oh mamma mia , ma sei proprio tu, DaniVerdeSalvia, che contenta che sono dei tuoi complimenti!Grazie davvero, non sai quanto apprezzo...Ti seguo, vedo le tue bellissime cose (sbavando spesso) e l'idea geniale delle giornate "Al poggio" . Faccio il tifo per te, brava!

    RispondiElimina
  3. Ciao carissima Claudia, adoro le tue ghirlande...questa profumata di lavanda è semplice ma raffinatissima. Continua così! Un abbraccio.Cecilia.

    RispondiElimina
  4. Cara Claudia, adoro la lavanda in ogni sua versione, anche perché la associo a mia nonna che ne faceva sacchetti profumati da mettere nei cassetti della biancheria. Ora lo faccio anch'io ma non ho mai provato lo zucchero aromatizzato alla lavanda, lo farò sicuramente, grazie della ricetta! Ciao Sami

    RispondiElimina
  5. Cecilia, come sempre i tuoi commenti mi mettono di buonumore.Sei un tesoro.Grazie e un'abbraccio a te

    RispondiElimina
  6. Cara Sami, bellissimi e dolci ricordi ...stessi sentimenti..sono cresciuta con i miei nonni...Grazie per il tuo commento , mi ha portato con la mente a tante cose care.D'altro canto non poteva essere altrimenti un commento fatto da "un'inguaribile sognatrice" che non è un'interior designer nè fotografa e neppure pittrice"!!Mi piace il tuo blog e il tuo profilo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia, la tua risposta mi ha regalato un momento felice :) Un abbraccio

      Elimina
  7. Grazie, non mi stanco mai di leggere questo blog

    RispondiElimina