domenica 9 novembre 2014

Decorare la tavola di Natale terza parte

Continua la carrellata di mise en place natalizie all'insegna del verde. Ecco la ricetta: tanto muschio, edera, pigne, bulbi, bacche, erika, abete, mele, ghirlande, pizzi, merletti, qualche vecchia bottiglia da farmacia, delle vecchie ceramiche, argento quanto basta,  delle campanelle, un pò di ruggine, mescolare il tutto con un pizzico di magia ed ecco la tavola di Natale.
Dal muschio ogni tanto fa capolino un elfo o una fata.....

"Gli abitanti del Piccolo Popolo hanno la capacità di rendersi visibili o invisibili a loro piacimento, e possono addirittura essere contemporaneamente visibili ad una persona e invisibili ad un'altra.Tuttavia a volte si possono spiare senza che se ne accogano: questo capita in genere mentre stanno lavorando nei boschi o sono impegnate a danzare.Avviene allora che siano scoperte da uomini che s'imbattono in loro senza volerlo.L'ora è spesso un fattore fondamentale: infatti il più delle volte si possono scorgere le Fate a mezzogiorno, quando il sole è allo zenit, oppure nelle ore della luce crepuscolare che precedono l'alba e seguono il tramonto, ore che segnano il passaggio dalla luce all'oscurità.Da tener presente, inoltre, che l'alba è il momento in cui gli uomini possono sfuggire agli incantesimi delle Fate.Calendimaggio (che festeggia il ritorno al solstizio estivo), la vigilia del solstizio d'estate e la vigilia di Ognissanti ( che per i Celti segnava il passaggio dal vecchio al nuovo) sono giorni particolamente favorevoli per scorgerle.
Se non volete scorgerle invece dovete indossare vestiti ornati di campanelline sonaglini o delle ghirlande di margherite.

La Fata verde di Caerphilly quando non passeggia tra le rovine dei castelli che visita abitualmente, assume l'aspetto dell'Edera.
Invece le Gwyllion sono Fate di montagna che hanno l' abitudine di starsene sedute tra le rocce su un lato o l'altro dei sentieri a osservare in silenzio i viaggiatori che passano di là.
Puck il più famoso dei Folletti burloni che hanno il potere di cambiare aspetto.
Ghillie Dhu è un solitario Elfo che popola certi boschetti di betulle e i suoi vestiti sono di foglie e di muschio".

"O Fate verdi e candide, nere e grigie, che a frotte Danzate al chiar di luna o all' ombra della notte".W.Shakespeare


                                                        Muschio e bulbi nella vecchia zuppiera


Albero di Natale con sonaglini





                                                                                                             ghirlanda di timo


Girlanda di erika calluna e merletti


un pizzico di ruggine e rami di abete





vecchie bottiglie da farmacia e rami di abete





Mele




Muschio, edera, bulbi su una vecchia alzatina






vecchie bottiglie da farmacia e edera













vaso di rose




Muschio, merletti e argento
















Contenitore in legno con bulbi e candele su un letto di muschio











Lanterna con candele, bacche e ghirlanda di foglie di pycharanta 


                                                                    Pigne e ghirlanda






Non potevo chiudere che con una
Ghirlanda di Erika Calluna


Testo in corsivo source: Fate di D.Larkin
Photos by me.

A presto!
















4 commenti:

  1. Carissima mi piace tutto qui!! L'Albero di Natale con i sognaglini, la ghirlanda di timo, le antiche bottiglie da farmacia sono le mie preferite...! Per non parlare della bella leggenda delle fate...che non mancherò di raccontare a Lavinia! Un grande abbraccio. Cecilia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieeeeee!!!! Come al solito ho esagerato con le foto!!! Abbi pazienza!!Avrei dovuto farci quei 3-4 post ma non riesco , è più forte di me..scatto e poi pubblico tutto d'un fiato.Un'abbraccio a voi

      Elimina
  2. Davvero un posticino molto carino e accogliente il tuo blog! Complimenti!!!
    Renata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Renata grazie, mi fa molto piacere!Da blogger sconosciuta quale sono fa doppiamente piacere ;-) Un'abbraccio Claudia

      Elimina