domenica 28 dicembre 2014

Decorazioni natalizie

In questo post le foto di alcuni dei progetti che ho proposto al corso di decorazioni natalizie del 14 dicembre.

























A presto!
 Photos by me.



Decoupage mon amour

Decoupage, ebbene si, il decoupage che ho sempre detestato.... con quei motivi kitch... e invece......ho cambiato idea. E' partito tutto perchè volevo personalizzare dei vasi. Non so voi ma io non trovo mai dei vasi con motivi che mi piacciono, quindi mi sono rassegnata ai vasi semplici in terracotta, intramontabili. Finchè, cerca che ti ricerca, finalmente.... ho trovato la carta che fa per me! Immenso gaudio!! Il weekend dopo mi sono messa all' opera e ho decorato tutto il giorno. 
Eh si...mi si è aperto un mondo.. che andrò ad esplorare e decoupaggiare a go-go su tutto quello che mi passa per la mente.
Poi questi piccoli vasi con una piantina mi sembrano l'ideale per fare dei regalini hand-made. Anche da mettere sulla tavola con dei fiori. Oppure perchè no, come bomboniere....non vedo l'ora di rimettermi all'opera...
Con questo freddo mi è venuta voglia di fiori e primavera, e allora ho recuperato questo post fatto un paio di mesi fa che non avevo avuto modo di pubblicare.
Il bello del decoupage è che le possibilità sono infinite tanto quanto la vostra fantasia!


                            Prossimamente penso di organizzare un corso con dei progetti, tanto verde
                                                                 e un pochino di decoupage ;-) 
                                                           Se siete interessate fatevi sentire ;-)
  





































Oggi visto gli ultime vicende che hanno toccato la mia famiglia, ho riletto questo brano tratto da "Montagne di una vita" del grandissimo alpinista e uomo Walter Bonatti.
"La montagna mi ha insegnato a non barare, a essere onesto con me stesso e con quello che facevo. Se praticata in un certo modo è una scuola indubbiamente dura, a volte anche crudele, però sincera come non accade sempre nel quotidiano. Se io dunque traspongo questi princìpi nel mondo degli uomini, mi troverò immediatamente considerato un fesso e comunque verrò punito, perché non ho dato gomitate ma le ho soltanto ricevute. È davvero difficile conciliare queste diversità. Da qui l'importanza di fortificare l'animo, di scegliere che cosa si vuole essere. E, una volta scelta una direzione, di essere talmente forti da non soccombere alla tentazione di imboccare l'altra. Naturalmente il prezzo da pagare per rimanere fedele a questo «ordine» che ci si è dati è altissimo. Per quanto mi riguarda, il patrimonio spirituale che ne ho ricavato è proporzionale".

Photos by me.

A presto!


domenica 21 dicembre 2014

Tutorial decorazioni natalizie: la campanella

 
 

Una campana per decorare la vostra tavola natalizia da utilizzare in tanti modi, come copri candela, come campana decorativa sopra un piatto da portata, con dei biscotti, cioccolatini o anche con una piantina,  o da appendere. Volendo anche come lampada, inserendo lampadina , filo ed il resto, ma questo proveremo a farlo prossimamente ;-)
Cosa vi serve:
 -rete da polli
- una piantina di erica (o edera o altro verde che più vi piace)
-spago
-fil di ferro robusto
-fil di ferro sottilissimo
-un piatto o altra base circolare ad esempio in legno come foto sotto
-un vaso per dare la forma

-Prendere un vaso della dimensione di cui volete fare la campana, sovrapporre la rete sul vaso rovesciato in modo da dare alla rete la forma del vaso rovesciato.
-dare la forma arrotondata alla parte superiore della campana manualmente. Creare un'ulteriore sporgenza tondeggiante sulla parte superiore. Dove fisserete dell'erica e lo spago.
-tagliare la parte inferiore della rete della lunghezza desiderata
-con del fil di ferro robusto fare un cerchio come base della campana
-fissare la rete da polli sulla base in fil di ferro, utilizzando la stessa rete per fissarla sulla base in fil di ferro circolare
-Tagliare dei rametti di erica e fissarli sulla base con il fil di ferro sottile, prima il primo strato alla base e proseguire con gli altri strati fino a piacimento. Molto bella anche la campana completamente ricoperta di erica o altro verde. La prossima la farò con l'edera, completamente ricoperta.
-In cima creare una sporgenza tondeggiante dove mettere dell'altra erica come nella foto
-Se si vuole appendere fissare dello spago in cima della lunghezza desiderata

Ovviamente questa decorazione si può utilizzare non solo a Natale, ma in tutte le occasioni, semplicemente cambiando il fiore, il verde.

Questo tutorial è il mio piccolo regalo di Natale per chi mi legge. Spero di avervi fatto cosa gradita.

 



 







 
Nel prossimo post l'albero di natale in muschio, pigne e spago.
Ne ho visti di simili su tanti siti stranieri, ma confezionati in modo diverso, e ho
provato a farli a modo mio.


 
 
 
 
Ed ecco il mio albero di Natale, quest'anno molto semplice, latta, legno e abete.
 
 
 
 
 
 
    Buon Natale!

                                                                        A presto!
                                                                     Photos by me.

 

martedì 16 dicembre 2014

Corso di Decorazioni Natalizie the day after



Certe volte ti sorprendi delle amicizie e dei legami che in così breve tempo si possono creare.Grazie per l'atmosfera, per la luce negli occhi che avevate, per le nuove e belle amicizie che si sono create, per la creatività che avete messo in ogni piccola cosa, per le domande e per l'entusiasmo, per le cesoie che da adesso in poi avete promesso di mettere nella borsetta, per l'affetto che mi avete fatto sentire.Grazie per aver dato fiducia ad una mezza matta come me, un pò orsa e un pò salmone controccorrente.
Vi abbraccio tutte di cuore.
Un'abbraccio particolare va alla nostra corsista ottantunenne, che quanto a luce negli occhi, curiosità e creatività mi da una pista!!

Per gli allestimenti vintage praticamente è stato un trasloco con tanto di scatoloni a pressione nel furgone e adesso sparsi per tutta casa, garage e ovunque ci sia un angolo libero.
Spero vi siano piaciuti ;-).

Grazie a mio marito che mi accompagnata a tagliare tralci da intrecciare nella rotatoria in piena notte, che da bravo boscaiolo ha tagliato decine di basi in legno, che si è messo a recuperare bacche in giro per siepi sparse per la città e nei boschi, che ha caricato e scaricato  e ricaricato e scaricato una quantità di cose degne di un trasloco, che per farmi felice ha scattato tante foto assolutamente sfuocate ma piene di amore, e che mi sopporta e mi guarda ancora con la luce negli occhi.
Grazie ai miei cari amici Fabrizia e Alan, che si sono fatti in quattro per spargere la voce e aiutarmi nei preparativi, che mi hanno accompagnata a far volantinaggio e giù a rider come matti ogni volta che ci guardavano come alieni nei negozi dove chiedevamo di lasciare le locandine.Senza di loro questo corso non ci sarebbe stato.
Grazie  alla cara padrona di casa, per la possibilità di tenere il corso nella meravigliosa location di Villa La Valverde, per aver fatto tantissima pubblicità al corso e alla possibilità di utilizzare la splendida serra.Link
Grazie alle amiche Marta e Mavi che ci sono nel momento del bisogno.



























Qui i bellissimi uccellini realizzati a mano dalla bravissima Cecilia Lugli.La trovate al Link

Photo by me.

Foto a seguire scattate da Alan de Simone e Fabrizia Zanolli.Grazie infinite













































A presto!